Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti CFC
Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti - CFC Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti - CFC

REBASING: research based competence brokering

..

DAL MONDO DELLA FORMAZIONE AL MONDO DELL'IMPRESA:

IL RUOLO DEL BROKER DELL'INNOVAZIONE

Mattinata di studio, 30 novembre 2012, SUPSI Manno

 

La Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti (CFC) e il Centro di competenze inno 3 della SUPSI-Dipartimento Scienze aziendali e sociali (DSAS), con il sostegno della Fondazione Agire ed Economiesuisse, organizzano una mattinata di studio sul tema del ruolo del broker dell'innovazione come figura professionale di collegamento tra il mondo della formazione e della ricerca accademica e la realtà aziendale.

Partendo dal presupposto che uno dei punti chiave del processo d'innovazione riguarda la capacità d'interazione tra mondo aziendale e accademico, la mattinata di studio affronta il tema di come incentivare e facilitare il trasferimento di competenze e conoscenze dall'ambito della ricerca accademica al mondo delle imprese a favore dell'innovazione. In particolare ci si soffermerà sul ruolo di figure professionali, i broker, quale elemento catalizzatore e di contatto tra mondi come quello aziendale e quello della ricerca che a volte ancora faticano a comunicare.

La mattinata di studio, che si inserisce nel contesto del progetto europeo REBASING, si aprirà con la presentazione delle esperienze maturate durante lo svolgimento del progetto e dei risultati emersi da uno studio sul "Competence brokering e i processi innovativi" svolto in Ticino dal Centro di competenze inno3 della SUPSI-DSAS.
Nella seconda parte della mattinata si terrà una tavola rotonda dal titolo "Formazione, ricerca, impresa: il ruolo del broker dell'innovazione" durante la quale saranno coinvolti vari attori presenti nel nostro territorio e interessati alla tematica. Durante la discussione si cercherà di evidenziare e definire il ruolo del broker nel trasferire competenze nei processi d'innovazione.

L'evento conclude il progetto Europeo REBASING.

 

Per maggiori informazioni sul progetto europeo Rebasing: www.leonardorebasing.eu

..

COMPETENCE BROKERING E INNOVAZIONE
Strumenti e competenze a supporto dell'innovazione

Convegno, 25 novembre 2011, SUPSI Manno

 

In un contesto economico caratterizzato da sempre maggiore competizione, dall'ampliamento dei mercati e da scambi commerciali sempre più intensi l'innovazione è un fattore determinante per il successo di imprese e regioni costrette a confrontarsi con l'economia globale, nella delicata situazione di instabilità e incertezza in cui versa l'economia europea e mondiale.
In Ticino si sono sviluppate negli ultimi anni, particolarmente dopo la nascita del polo universitario, interessanti e assai diversificate esperienze di innovazione industriale, che indicano una possibile strada originale di sviluppo fondato non sulla competitività dei costi, in segmenti tradizionali o protetti di mercato, ma sulla capacità di integrare tecnologie innovative in prodotti e servizi, e di collocarli in nicchie interessanti di mercato. Affinché questo embrionale modello possa affermarsi pienamente serve un territorio che - oltre a possedere delle condizioni strutturali, economiche e istituzionali adeguate - sappia mobilitare l’insieme delle risorse di cui dispone, attivando la collaborazione (Triplice elica) tra i principali attori dei processi d'innovazione: mondo accademico e della ricerca, imprese, istituzioni e autorità pubbliche e private e singoli individui con forti capacità imprenditoriali.

Partendo dal presupposto che uno dei punti chiave del processo d'innovazione riguarda la capacità d'interazione tra mondo aziendale e accademico il pomeriggio di studio - promosso dalla Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti in collaborazione con il Centro di competenze inno3 della SUPSI-DSAS e la Fondazione Agire e sostenuto da numerosi enti e istituzioni presenti sul territorio ticinese - vuole affrontare il tema del competence brokering come strumento per avvicinare le imprese ai centri di ricerca accademici e viceversa. La proposta si colloca in questo senso in un'interessante fase di analisi degli impatti e di riqualificazione delle politiche per l’innovazione poste in essere dalla Confederazione attraverso il modello CTI.

In particolare dopo una prima parte in cui sarà presentato lo stato attuale, le tendenze e le prospettive dell’economia ticinese nell’ottica del Sistema Regionale di Innovazione i lavori proseguiranno ponendo l'accento sul ruolo del competence broker.
Partendo dalla presentazione di un modello sviluppato in Norvegia, dai primi risultati emersi dal progetto europeo REBASING - e dalle esperienze fatte in Svizzera e in Ticino in questo campo - si cercherà di capire il ruolo e definire compiti, competenze e caratteristiche di figure professionali, quali il broker di competenze, che dovrebbero favorire i processi d'innovazione facilitando i collegamenti, gli scambi e l'interazione tra mondo accademico e industrie. Il Convegno intende essere in questo senso un tassello importante di un insieme di iniziative che si propongono, in questi tempi difficili, di supportare la politica industriale del Cantone, attraverso la ricerca, il benchmarking, l'attivazione di laboratori di scambio tra buone pratiche presenti in ambito locale, nazionale ed europeo.

..

Il progetto Rebasing (2010-12)

Ref.: LLP-LdV-TOI-10-IT-546

 

Il progetto REBASING persegue l'obiettivo generale numero due del programma Leonardo (sviluppo della qualità e dell’innovazione del sistema VET - Vocational Education and Training) e si propone di trasferire e sperimentare - attraverso un opportuno adattamento, nel contesto italiano e in quello dei paesi partner coinvolti (Germania, Francia, Estonia e Norvegia) - un modello di origine norvegese, teso a favorire la sinergia tra università, ricerca e imprese. Attraverso queste sinergie si vuole in maniere indiretta rafforzare la competitività delle economie locali.
Il modello fa perno sullo sviluppo, a livello di sistema, delle competenze di mediazione e raccordo tra i diversi soggetti: tali competenze definiscono la figura del “broker di innovazione”, che ha trovato una sua precisa collocazione nel panorama delle politiche formative e dello sviluppo praticate in Norvegia. In questo senso il progetto mira a sostenere e rafforzare la capacità delle imprese di soddisfare i loro fabbisogni di innovazione tecnologica e organizzativa e di sfruttare le opportunità create dai centri di ricerca tramite il trasferimento di un approccio e di un profilo sperimentato con successo in Norvegia. L'obiettivo generale è declinato in tre obiettivi operativi:
1.    l'identificazione dei fattori di successo dell'esperienza norvegese, con particolare focalizzazione sul ruolo del broker nel migliorare la relazione fra impresa e università;
2.    l'adattamento del profilo del broker ai contesti produttivi dei paesi cui il trasferimento è riservato. Ciò comporta anche la strutturazione del profilo secondo lo schema conoscenze, abilità, competenze (KSC) che lo rende compatibile con gli standard ECVET e EQF;
3.    il trasferimento sul territorio del profilo creato e il suo impiego tramite l'identificazione di reti per l'Open Innovation. I tre obiettivi generano i pacchetti di lavoro definiti dettagliatamente nel formulario di candidatura allegato.

Partner

Ente promotore

- Confindustria Veneto SIAV Spa -IT-

 

Partners

- Bergen University College -NO-
- Treviso Tecnologia -IT-
- DIMEG - Università degli Studi di Padova -IT-
- CEFORALP -FR-
- August Horch Akademie -DE-
- Tallinn University of Technology -EE-
- DIEG - Università di Napoli Federico II -IT-


Silent Partner

- Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti

Conferenza per la formazione continua degli adulti CFC

Conferenza della Svizzera italiana

per la formazione continua degli adulti

Via Besso 86
6900 Lugano-Massagno
tel. +41 (0)91 950 84 16

Pagina contatto

 

FacebookSeguici anche su Facebook